VES E PCR ALTA

Questo argomento contiene 32 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Michela 18 ore, 2 minuti fa.

  • Autore
    Articoli
  • #38307 Risposta

    Lia

    Buongiorno, è da gennaio che ho dolori alle ginocchia, a giugno sono passati anche alle braccia,ero sempre stanca e avevo sempre sonno,ho fatto le analisi e avevo ematocrito 37,2,contenuto medio emoglobina(mch) 27,0,ves 34,glicemia 115,proteina c reattiva 1,7,ho fatto esami x artrite reumatoide ma tutto negativo,cura di cortisone sembrava migliore alle ginocchia, dopo il cortisone i dolori sono passati alle caviglie,polsi,tensione al collo e spalle,e braccia che a volte me le sento gonfiare come se stessi misurando la pressione.In attesa della visita dal reumatologo potrebbe dirmi cosa ne pensa?Grazie mille

  • #38310 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    A parte una VES medio alta la PCR è normale e quindi escluderei un’infiammazione acuta; bisognerebbe conoscere il valore dei globuli bianchi e la formula,
    inoltre volendo esplorare l’aspetto autoimmunologico farei anche gli ANA e gli anticitrullina.
    Un controllo anche al ferro e alla ferritina e soprattutto alla tiroide.

  • #38589 Risposta

    Stefano

    Salve, riporto di seguito le analisi di mio nonno, età 90:

    Ematologia
    B-VES 77mm/h (<35)

    Biochimica Clinica
    Test Reumatici
    S-Proteina C reattiva 32,54 mg/L (<6)

    Substrati
    S-Creatinina 1,0 (0,6-1,4)

    Enzimi
    S-AST 25 U/L (5-40)
    S-ALT 18 U/L (0-50)

    Volevo gentilmente un riscontro, inoltre se possibile indicare altri esami per meglio appurare la situazione.

    Saluti
    Stefano

  • #38598 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    E’ in corso un’infiammazione da decifrare; cominci da un’urinocoltura, un tampone faringeo, una ricerca del sangue occulto nelle feci.
    Ha febbre?
    che sintomi ha?

  • #40856 Risposta

    Mariantonia Cassano

    Salve da un accertamento diagnostico( x causa dei miei persistenti dolori di cui sono sotto controllo medico dal reumatologo che ha diagnosticato che soffro di fibromialgie) mi hanno rilevato mesi fa…la VES A 72
    Da un nuovo controllo…di cui la mia dottoressa mi ha prescritto nuovi esami, è venuto fuori che la VES è scesa a 46 mm e il S–CRP a 0,63 mg/dl.
    Cosa significa?
    Grazie.

  • #40860 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Che l’infiammazione sta migliorando e che la cura sta avendo i suoi effetti.

  • #41009 Risposta

    luca

    Buongiorno, è da quasi una settimana che ho una certa rigidità alle ginocchia, alle spalle, al collo e ho le dita della mani come se fossero indolenzite….ho fatto le analisi del sangue e questi sono i risultati: dall’esame dell’emocromo i dati sballati sono gli eritrociti (4,3 – valori di riferimento 4,5/6), l’emoglobina 12,2 (13,5/17,5), ematocrito 37 (40/52). Dalla formula leucocitaria risultano sballati o neitrofili 77 (40/75) e i linfociti 15 (20/45). La ves È 54 (Max 25), l’antistreptolisinico è 46 ( mx 100), la PCR 12,5 (Max 0,5), Reuma test nella norma, tampone faringeo negativo.
    Che cosa posso avere?

  • #41010 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Tutti i valori concordano per uno stato infiammatorio in atto; difficile dalle sole analisi dire dove, è il suo medico che visitandola può trarre conclusioni.

  • #41011 Risposta

    luca

    C’e anche da dire che sto aspettando i risultati per gli anticorpi anti muscolo liscio, anticorpi anti nucleo, anticorpi anti mitocondri e la reazione di waaler rose. Se può essere di aiuto da giovedì scorso fino a di giorni e ho avuto febbre con massimo 38.6 ma ora pare che la temperatura corporea sia normale

  • #41012 Risposta

    luca

    Oltre a questi risultati sto aspettando anche i risultati del complemento c3 e c4

  • #41013 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Quindi c’è sospetto di un patologia reumatologica, aspettiamo il resto delle analisi complete.

  • #41014 Risposta

    luca

    Il mio medico di base pensa si tratti di febbre reumatica ma deve avere i risultati delle analisi. Se così fosse una settimana di mutua dovrebbe bastare per una ripresa? Più che altro perchè non posso assentarmi più di tanto dal lavoro

  • #50033 Risposta

    Carol

    Buongiorno,

    A settembre, dopo un dolore intenso improvviso mi hanno portato in ospedale, dove mi hanno scoperto 10 cisti ovariche da una lato e 7 dall altro e un tumore.
    La mia ginecologa fin dall inizio ha pensato fosse maligno, dato che tutti i valori ormonali erano nella norma a parte l ormone mulleriano molto basso.
    A gennaio mi hanno fatto un operazione per togliere le cisti e il tumore e parte dell ovaio destro (dove era presente il tumore).
    Hanno fatto una biopsia e hanno scoperto che il tumore era in cistoadenoma sieroso infiltrante molto grande, un danno primario ovarico e in infiammazione pelvica.
    Dopo tre mesi causa forti dolori e febbre la ginecologa mi ha fatto un altra operazione, e hanno trovato una peritonite pelvica, un infezione causata da un batterio, un fibroma, cisti e una massa piena di pus.
    Inoltre in tutti questi mesi la pcr era sempre alta.
    Dopo tre mesi mi hanno fatto una terza operazione, causa dolori, e hanno trovato un infiammazione.
    Ora e passato un mese e i dolori sono fortissimi, la PCR ancora alta e la dottoressa mi ha detto che il mio sistema immunitario attacca se stesso.
    Cosa ne pensa? I dolori sono fortissimi e nn mangio e nn dormo più.

  • #50035 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Penso che è normale che la PCR sia alta in presenza di questa situazione infiammatoria e ci vorrà molto tempo affinchè ritorni normale.

  • #50054 Risposta

    Carol

    La ringrazio per la risposta.
    Ho ancora 4 ultime domande:
    Perche la situazione infiammatoria e diventata così e purtroppo potrebbe durare molto tempo?
    Essendo i dolori veramente forti, e sempre febbricciatola e purtroppo gli analgesici che ho preso fino a ora (tanti) non funzionano, c’è qualcosa che possa fare? O per tutto il tempo che questa situazione infiammatoria dura devo “vivere” In questo modo?
    Non c’è modo di fare in modo che il sistema immunitario smetta di attaccare il proprio corpo?
    La situazione seconda lei e seria (come dice la mia dottoressa)?
    Mi scuso per le molte domande ma dopo tre interventi (la dottoressa parla magari di un quarto intervento, anche se non mi ha ancora spiegato il perché), cisti, tumori e infezioni e sopratutto forti dolori sono veramente sfinita e non riesco più a vivere la mia vita. Vorrei solo sapere esattamente come e la situazione e le passibili soluzioni con un secondo parere.
    La ringrazio molto.

  • #50056 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Come hanno accertato che sia una patologia autoimmunitaria, con quali analisi, che tipo di patologia?
    In questo caso dovrà fare antinfiammatori e terapia per deprimere il sistema immunitario per molto tempo.

  • #50712 Risposta

    Eliana

    Buongiorno, ho appena ritirato le analisi.. ho proteina c reattiva 0,89 mg/dl (valore massimo indicato 0,50), ves 30 mm.(valore massimo indicato 20) e globuli bianchi 9,52.
    Il resto delle analisi sono tutte nella norma: fattore reumatoide, dosaggi ormonali, tas, streptozyme test.
    Che tipo di analisi potrei effettuare per capire la natura dell’infezione in corso?
    Specifico che non ho fastidi alla gola o ai denti.
    Grazie

  • #50715 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Comincerei da un’urinocoltura; dipende poi dalla formula leucocitaria che indicazioni da’ (non la riporta) e da sintomi che ha avuto nell’ultimo periodo.

  • #54523 Risposta

    Laura

    Buonasera, sono circa tre settimane che ho il ginocchio sinistro gonfio e dolente così come pure le caviglie. Ho effettuato eco grafia sia al ginocchio dove oltre ad una modesta quantità di siero, hanno riscontrato la ciste di Baker e alle caviglie anch’esse non gonfissime ma con una modesta quantità di siero circolante.
    Ho fatto analisi del sangue, compresi i reuma test e vari ANA ect, tra l altro negativi. Formula emocromo nella norma molto alterati la VES 42 E PCR 39,30.
    premetto che ho anche dolenzia ai polsi di entrambe le mani. Il medico ecografista crede che si tratti di un artrite sieronegativa. Ho appuntamento dal reumatologo fra 6 giorni, quali rischi si corrono a mantenere questi valori di VES E PCR così alterati senza intervenire in attesa di un farmaco mirato? Grazie anticipatamente della cortese risposta. Laura

  • #54524 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Il rischio è legato all’eventuale diagnosi che verrà non alla VES e PCR che sono solo indici aspecifici di infiammazione, aggiungerei le singole immunoglobuline (IgG, IgM ed IgA) il complemento (C3 e C4), la proteine di Bence Jones, la ricerca delle catene kappa e lambda sieriche,

  • #54526 Risposta

    Laura

    Quindi secondo lei potrebbe anche essere altro tipo un mieloma multiplo? Purtroppo non ho trovato da poter far visite prima (pur andando privatamente). Adesso su consiglio del medico sto assumendo due pastiglie di Flaminase al giorno per contenere l’edema, pensa che possano influenzare l’esito di eventuali e successivi esami? La mia paura è he possa trattarsi di artrite settica. Non ho comunque rialzo di temperatura. Grazie mille e mi scusi per le tante domande. Buona giornata

  • #54529 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Per questo basta fare un’esame batteriologico del liquido alla prima visita che farà;
    Il mieloma prevede anche un picco monoclonale in zona gamma nel QPE.
    Non mi sembra il suo caso.

  • #54951 Risposta

    Fernando

    Salve
    da mesi ho male alle ginocchia, martoriate da interventi ai legamenti e menischi varie volte, successivamente sono arrivati dolori forti alle spalle, poi polsi e da poco anche le mani
    Ho fatto le analisi risultano
    Ves 35
    PCR 45
    citrulina 0.1
    reuma test 7
    Piastrine 277
    sto prendendo una pastiglia al giorno di dicloreum 150 allevia il dolore durante la giornata ma la notte con le spalle che mi fanno male non roiesco quasi a dormire

    Grazie per il vostro aiuto

  • #54955 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    A parte una visita dal posturologo, perchè è possibile che con questi dolori abbia modificato il suo assetto muscolo-scheletrico;
    come analisi dovrebbe indagare gli ANA, gli ENA, gli ASMA anche dopo una visita specialistica reumatologica.

  • #56769 Risposta

    Mario

    Buongiorno.
    Mia mamma di 78 anni, circa due mesi fa ha avuto un problema infiammatorio ad una gamba diagnosticata come sciatica.
    La risonanza magnetica non ha riscontrato nulla di particolare ed ora, dopo aver curato la sciatica con antinfiammatorio, voltaren in supposte, le e’ passato ma ora ha dolori alle spalle, polsi, indolenzimenti in particolare al mattino.
    Le analisi del sangue appena fatte, hanno rilevato:
    VES: 56 mm/h
    PCR 25 mg/L
    REUMA TEST: 9 UI/mL
    Il resto, Leucociti, emoglobina, eritrociti, ematocrito,piastrine, rdw neutrofili, monociti, eosinofili, basofili, nella norma.

    Ora, il medico ha prescritto cortisone per 12 giorni.
    Mia mamma ha tra l’altro qualche fastidio di stomaco ad assumere farmaci per via orale.

    Mi dareste, gentilmente un’opinione sulla diagnosi, causa possibile?

    Vi ringrazio anticipatamente.

    Mario

  • #56775 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    In questo forum non si fanno diagnosi ma solo consigli sulle analisi.
    Ves e Pcr sono indicatori di infiammazione e vista la storia di sua madre è normale che siano alte, il cortisone aiuterà a farli ritornare nella norma.

  • #56799 Risposta

    Michela

    Buona sera. Il mese prossimo compio 29 anni, ho la sclerosi multipla, sono incinta di quasi 20sett e ho un bimbo di 3 anni.
    A giugno ho avuto un’infezione vaginale con comparsa di un linfonodo inguinale sinistro.
    Ad agosto ho avuto una brutta otite con febbre e mal di gola che ha portato al gonfiarsi di 2 linfonodi sovraclaveali a destra.
    Tra agosto e settembre ho avuto un’altra infezione vaginale che ha portato alla reazione del linfonodo inguinale destro.
    A causa di questi linfonodi gonfi, l’8 ottobre ho effettuato gli esami con i seguenti risultati:
    ASILO nella norma
    PCR: 12.69 (massimo 5)
    VES: 45 (massimo 20).
    Il mio medico di base mi ha detto che saranno state tutte queste infiammazioni a portare un aumento dei valori e che questo giustifica anche il rigonfiamento dei linfonodi. Ha, inoltre, aggiunto che ci vorrà del tempo prima che tali valori tornino alla normalità.
    Secondo lei davvero la causa di questi valori alterati è da collegare alle infezioni che ho avuto o è passato troppo tempo?
    Questi valori danno una spiegazione ai linfonodi gonfi? Cioè Che si siano gonfiati per questi problemi di salute?
    Ho davvero paura si possa trattare di qualche neoplasia…soprattutto un linfoma.
    La prego di rispondere alla mia richiesta. Cordiali saluti.

  • #56804 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Non si spaventi per cortesia, è in gravidanza e tutta la sua apprensione viene trasmessa al bambino/a.
    Concordo col suo medico gli episodi che racconta ed i linfonodi ingrossati dipendono dalle infezioni avute e denotano una certa sensibilità alla risposta anticorpale accentuata dalla sua patologia.
    Ci vorrà tempo, anche mesi, per vederli sgonfi.

  • #56811 Risposta

    Michela

    Eh il primo linfonodo ormai risale a quasi 4mesi fa e non accenna a diminuire nonostante anche le terapie antibiotiche. La proteina c-reattiva e la VES alte possono dipendere da tali infezioni? Non dovrebbero calare nel giro di pochissimo tempo? Perché al momento del prelievo non avevo alcun malessere che potesse giustificare tali innalzamenti ma allo stesso tempo le infezioni sono vecchie. La ringrazio davvero immensamente per la sua disponibilità, gentilezza e professionalità.

  • #56817 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    La VES e la PCR possono essere alterate dalla sua condizione di gravidanza nonchè dalla patologia.
    Purtroppo i linfonodi possono rimanere così per molto, altrimenti deve fare una biopsia linfonodale.

  • #56820 Risposta

    Michela

    Quelli che mi preoccupano di più sono quelli a livello sovraclaveare destro…leggo solo cose negative e molto allarmanti riguardo ai linfonodi posizionati in quella sede. Il mio medico di base non sembra per nulla preoccupato nemmeno da questi ed io non so cosa pensare, lei mi consiglia di non preoccuparmi nemmeno di questi? Mi scusi davvero tantissimo per tutte queste domande ma vedere linfonodi ed esami alterati non è il massimo. Grazie, Grazie e ancora grazie.

  • #56822 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Non legga su internet, è chiaro che troverà che aumentano in alcune patologie importanti ma non è vero il contrario, che averli ingrossati vogliano indicare per forza quelle patologie;
    il suo quadro mi sembra compatibile con quanto ha avuto, niente di più;
    la VES in gravidanza è sconsigliata perchè può uscire alterata.

  • #56823 Risposta

    Michela

    La ringrazio veramente tantissimo. Non immagina nemmeno quanto mi abbia tranquillizzata e come ora sia sollevata. Grazie, grazie infinite davvero!

CERCA NEL FORUM

IMPORTANTE: quando inserisci la tua email per partecipare al forum di Analisidelsangue.net, accetti esplicitamente il trattamento dati secondo i termini della nostra PRIVACY E COOKIE POLICY

Se il nostro servizio ti è stato utile e pensi che possa essere utile anche ad altre persone, per favore sostienici con una piccola donazione di 5 euro. Vogliamo continuare a mantenere il servizio attivo e gratuito. Usa il bottone paypal sotto - GRAZIE.


Rispondi a: VES E PCR ALTA
Le tue informazioni:




Annulla