Toxoplasmosi e fecondazione in vitro

Home Forum Invia la tua domanda sulle analisi cliniche Toxoplasmosi e fecondazione in vitro

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da drumma drumma 2 settimane, 4 giorni fa.

IMPORTANTE: per inserire o rispondere a una domanda sul forum di ANALISIDELSANGUE.net (premendo sul tasto “INVIA” ) è necessario inserire la propria mail. Nel momento in cui inserisci la tua email per partecipare al forum di Analisidelsangue.net, ACCETTI ESPLICITAMENTE IL TRATTAMENTO DATI SECONDO I TERMINI DELLA NOSTRA PRIVACY POLICY E COOKIE POLICY

GRAZIE
Analisi del sangue Staff

  • Autore
    Articoli
  • #50213 Risposta

    Kmtg
    Partecipante

    Salve,

    mi presento, ho 40 anni e stavo per fare un secondo tentativo di ICSI quando agli esami di screening iniziali sono risultata positiva alla toxoplasmosi. La procedura è stata quindi interrotta in attesa del decorso dell’infezione. A quanto pare il mio sistema immunitario sta reagendo molto lentamente ed è ormai quasi un anno che ogni tre mesi sto facendo analisi di controllo e i valori risultano insoddisfacenti.

    In particolare, le ultime analisi hanno mostrato una inversione di tendenza dei valori di avidità che sono sembrati anomali anche al mio medico, che ha chiesto un parere a un suo collega da cui è stato rassicurato e mi ha quindi dato il via libera a ripartire con la procedura di fecondazione assistita, ma sono molto perplessa.

    Di seguito i valori, fatti tutti nello stesso laboratorio:

    sieroconversione il 22/12/2017
    IgG-CLIA 165.0 UI/mL (>8.8 positivo)
    IgM-CLIA positivo (confermato con ELFA)

    5/1/2018
    IgG avidità EIA 11.3% (<20 bassa, >30 alta)

    6/4/2018
    IgG 111.0 UI/mL
    IgM debolmente positivo
    IgG avidità 17.2%

    10/7/2018
    IgG 117.0 UI/mL
    IgM positivo
    IgG avidità 22.0%

    10/9/2018
    IgG 95.3 UI/mL
    IgM positivo
    IgG avidità 17.0%

    Sono preoccupata perché l’avidità è bassa ed è diminuita invece che aumentare, le IgM sono tornate da debolmente positive a positive e ho paura che questo possa essere pericoloso per iniziare una fecondazione assistita. Anche se so che, a causa di una precedente iperstimolazione ovarica, una volta prelevati gli ovuli l’impianto degli eventuali embrioni verrà fatto da congelato almeno qualche mese dopo, ho paura che ora possa essere pericoloso per la salute degli ovuli da fecondare.

    Con tutto quello che si legge sulle conseguenze per il feto, come è possibile che mi facciano fare la fecondazione ora con questi valori? Non dovrei fare una cura antibiotica?

    Ringrazio fin da ora per qualsiasi indicazione, è veramente difficile districarsi tra tutto quello che si legge su internet.

    Buona serata e grazie ancora

  • #50214 Risposta
    drumma
    drumma
    Amministratore del forum

    L’immunologia è una materia particolare e non sempre semplice da interpretare.
    Il suo caso è particolare ma neanche tanto; l’andamento delle IgG è coerente;
    quello delle IgM , non avendo valori numerici, può essere plausibile; dove sorgono i dubbi è sul test di Avidità che all’ultima misurazione si abbassa dove invece si sarebbe aspettato un suo incremento, ciò può essere dovuto ad interferenze di laboratorio come ad un minor numero di IgG (essendo diminuite) su cui il test ha lavorato.
    In ogni caso la situazione decisionale non cambia: avrebbe dovuto fare una terapia antibiotica preventiva ed aspettare sei mesi per intraprendere un cammino del genere.


Rispondi a: Toxoplasmosi e fecondazione in vitro
Le tue informazioni: