Dott. Drumma Analisi del sangue

Visualizzazione 1 filone di risposte
  • Autore
    Articoli
    • #1135 Reply
      Avatarscintilla
      Membro

      Salve a tutti sono nuovo.

      Ho 20 anni e lunedì ho effettuato le analisi, oggi mi arrivano i risultati e e trovo i monociti in allarme definitivo. Il valore normale indicato se nn sbaglio è 1.1 ed io ce l’ho a 10. Cosa può comportare questo. grazie

    • #51811 Reply
      AvatarPella
      Ospite

      Buongiorno dottore,
      Sabato 9 febbraio per colica al pronto soccorso mi hanno dato lixidol i eh 3f 30 mg 1ml e dopo contramal iniet 5 f 100mg 2ml. Domani 11 febbraio ho appuntamento per analisi tiroide hiv e sifilide. L’aver assunto questi due medicinali può influire sul test hiv? Posso andare lo stesso a fare il prelievo? Grazie mille.

    • #51821 Reply
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      Nessuna influenza, può fare il test.

    • #51885 Reply
      AvatarPella
      Ospite

      Buonasera,
      dottore stamani ho fatto le analisi test hiv di 4 generazione negativo e test sifilide negativo.
      Avrei una curiosità accanto al risultato degli anticorpi sifilide è riportata questa tabella: ma è di prassi allegarla… ma io posso stare tranquilla sono negativa????? Buon lavoro e buona serata

      ANTICORPI ANTIVIRUS HIV-1 / HIV-2 NEGATIVO
      Met. elettrochemiluminescenza ECLIA “Combi PT”
      Il test in uso (HIV – Combi PT) è di QUARTA
      generazione e consente di individuare anche
      l’antigene virale “p-24”. La specificità di=
      chiarata del metodo è 99,77%, mentre la sen=
      sibilità clinica è del 99,76%.
      Oltre che con metodiche sieroimmunologiche

      RICERCA ANTICORPI ANTI-TREPONEMA
      Metodo Immunoenzimatico
      Inf. a 0,8 Ab-ANTI-TREPONEMA IgG ASSENTI
      Inf. a 0,8 Ab-ANTI-TREPONEMA IgM ASSENTI

      Il valore numerico dei risultati è adimen=
      sionale in quanto è espresso come “ratio”
      (rapporto o “index”) e può essere impiegato
      come una misura quantitativa, essendo pro=
      porzionale alla quantità di immunoglobuline
      specifiche eventualmente presenti.
      In questo caso il valore del risultato è
      inferiore al “cut-off” (ovvero la soglia
      che distingue i campioni positivi dai nega=
      tivi), pertanto è riportato il risultato
      “assenti”.
      In caso di perdurante sospetto clinico si
      suggeriscono ulteriori controlli.

      Pagina 1
      Continua

      N.B. : SENSIBILITA’ DEI TEST SIEROLOGICI
      TREPONEMICI E NON TREPONEMICI (PER STADIO
      CLINICO) NELLA MALATTIA NON TRATTATA (*)
      ——————————————-
      TEST: VDRL/RPR | TPHA | FTA |
      STADIO: | | | |
      ———-|———-|———-|———-|
      PRIMARIO | 80% | 75% | 98% |
      SECONDARIO| 100% | 100% | 100% |
      TERZIARIO | 70% | 100% | 100% |
      LATENTE | 80% | 98% | 100% |
      ——————————————-
      (*) La reattività ai test sierologici si
      manifesta in media dopo due – sei settimane
      dal potenziale contagio; i sintomi compa=
      iono invece da 10 fino a 90 giorni dal con=
      tagio.
      Entro detto periodo, definito “finestra”,
      in caso di negatività sierologica sono con=
      sigliabili successive repliche del test.

    • #51899 Reply
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      E’ prassi aggiungere queste precisazioni ma nel suo caso essendo tutto negativo deve stare tranquillo/a.

    • #60247 Reply
      AvatarGiada
      Ospite

      Buonasera volevo farle vedere i miei esami del sangue è possibile??

    • #60255 Reply
      Dr DrummaDr Drumma
      Amministratore del forum

      certo

CERCA NEL FORUM

IMPORTANTE: quando inserisci la tua email per partecipare al forum di Analisidelsangue.net, accetti esplicitamente il trattamento dati secondo i termini della nostra PRIVACY E COOKIE POLICY

Se il nostro servizio ti è stato utile e pensi che possa essere utile anche ad altre persone, per favore sostienici con una piccola donazione di 5 euro. Vogliamo continuare a mantenere il servizio attivo e gratuito. Usa il bottone paypal sotto - GRAZIE.





Gli esami sotto elencati sono i piu’ comuni e non sono ovviamente tutti quelli possibili in quanto il loro numero e’ elevato. Bisogna precisare che i valori “normali” di riferimento riportati in questo sito possono variare a seconda del laboratorio che esegue le analisi, a causa delle diverse metodologie utilizzate.

ANALISI DEL SANGUE :
i valori da tenere sotto controllo

ACE
Acido folico
Acido lattico
Acido urico
Adrenalina
Albumina
Alcol etilico
Aldosterone
Alfa 1 globulina
Alfa 2 globulina
ALT
Amilasi
Alfa 1 o antitripsina
APTT
AST
Azotemia
Bilirubina
Bilirubina diretta
Bilirubina indiretta
Basofili
Calcio
Calcitonina
Ceruplasmina
Colesterolo
CPK
Creatinina
Curva glicemica
Elettroforesi
Ematocrito (HMT)
Emocromo
Emoglobina (Hb)
  Eosinofili
Eritrociti (RBC)
Estrogeni
Fattore II o protrombina
Ferritina
Ferro (Sideremia)
Fibrinogeno
Fosfatasi acida totale
e prostatica

Fosfatasi alcalina
Fosfolipidi
Gammaglobuline
o immunoglobuline (Ig)

Gamma GT
Glicemia
Globuli bianchi
Globuline
Globuli rossi
GOT
GPT
HMT
Immunoglobuline
Insulina
Leucociti (WBC)
Linfociti
Lipasi
Lisozima
Magnesio
MCV
MCH
MCHC
Mioglobina
  Monociti
Neutrofili (granulociti neutrofili)
Piastrine
Potassio
Prolattina
PSA
PT o tempo di
protrombina e PTT o APTT

Rame
Sodio
Tempo di Protrombina
Proteina C-reattiva PCR
Testosterone
Transaminasi GOT e GPT
Transaminasi GOT o AST
Transaminasi GPT o ALT
Trigliceridi
TSH
VES
Vitamina A
Vitamina B
Vitamina B1
Vitamina B2
Vitamina B6
Vitamina B12
Vitamina C
Vitamina D
Vitamina E
Vitamina H
Vitamina K
Vitamina PP
Zinco
Visualizzazione 1 filone di risposte
Rispondi a: Dott. Drumma Analisi del sangue
Le tue informazioni: